Fashion Consultant & Personal Shopper

I'M NOT A FASHION BLOGGER, I'M A BLOGGER FASHION

martedì 22 marzo 2011

MANGA, FASHION & GANGURO GIRLS....Omaggio al Giappone creativo!



In giro per la rete si possono trovare le solite cose ed ogni tanto si scovano stranezze e curiosità.
Questa della giovanissima 21 enne Page Thompson, fan del grande Takashi Murakami, è davvero una simpatica stranezza!
Con la giovane Page condivido la passione per Murakami e probabilmente, a giudicare da quello che vedo e che vedrete, condivido anche un certo fascino per le mode che provengono da oriente.
Immagino che Page si sia fatta ispirare dallo stupefacente e unconventional supermercato del fashion situato per le vie di Tokio, sopratutto a Shibuya, uno dei luoghi più dinamici della città.
E' il quartiere degli schermi giganti, delle luci, dei negozi di abbigliamento, musica e tecnologia, dei famosi Love Hotel.
A Shibuya i giovani giapponesi si esprimono attraverso l'arte e le mode, tra le quali mi affascina parecchio la moda delle Ganguro Girls.
Divenuta popolare nel 2000 ma ancora presente, in una versione decisamente più soft, la moda delle Ganguro Girls, è vistosa è Kitsch.
E' fatta di un miscuglio di elementi appariscenti che oserei dire esplosivi: abbronzatura molto scura, direttamente in conflitto con la tradizionale bellezza femminile giapponese; i capelli delle Ganguro Girls sono lunghi, tinti con colori eccentrici, che vanno dal rosa Big Babol, all'arancione al biondo canarino, all'argento.
Il make up è caratterizzato da un eyeliner a base di inchiostro nero e da un correttore bianco che viene utilizzato come ombretto e rossetto.
Il tutto viene completato con ciglia finte e cipria perlata!
Un vero cartone animato...ma non finisce qui!










La mise tipica di queste giovani donne Manga è caratterizzata da abiti coloratissimi, piuttosto succinti e scollati, da bracciali, anelli, ninnoli a volontà; da minigonne e zeppe che, sono l'accessorio di punta del look delle Ganguro.
Tutto deve apparire eccessivo, provocatorio e luccicante e le Ganguro ci riescono in pieno.
Credo che dietro tutto ciò, vi sia una sorta di disagio sociale e voglia di trasgressione, tipica di una generazione che vive in bilico tra tradizioni radicate ed invasioni culturali.
Il Giappone, la sua storia recente e la sua cultura passata, è un grande laboratorio della postmodernità.
Quel Giappone che va dalla Grande Onda di Hokusai, alle pagine di autori come Haruki Murakami; dagli Animè di Hayao Miyazaki, alla moda post-atomica di Yamamoto che ha dato vita a nuovi codici d'abbigliamento futuristici.
Fino a giungere alla teoria del Superflat dell'altro Murakami, Takashi, l'artista che ha qualcosa di molto interessante da raccontare, attraverso le sue opere, su ciò che sta succedendo in Giappone.
Ad ogni modo, ho pensato subito alla moda delle Ganguro Girls, quando ho dato un'occhiata al modo ironico e divertente che Page Thompson si è inventata per truccare le labbra e che, a quanto pare sta spopolando in rete.
Date un'occhiata anche voi...



Volpe


Topino


Lumachina



Ramarro


Pokemon


Panda


Ippopotamo



Granchio


Ape

Marmotta

Tenerissime le sue riproduzioni... ma dove andiamo conciate così?
Spero, molto presto, in giro per Shibuya...naturalmente!

6 commenti:

  1. leticiaregina22 marzo 2011 10:21

    I loved it...ottimo articolo!

    RispondiElimina
  2. love it tooooooooo!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. anche io sono sempre stato affascinato dal Giappone, ma trovo che sia una cultura parzialmente comprensibile da noi occidentali...cmq le labbra sono fantastiche.

    RispondiElimina
  4. Che bello Jimmy ci legge sempre!!!!!!
    thank u!!!!!!!!!!
    Follow us :-)

    RispondiElimina
  5. Veramente belle queste labbra!
    Sono così tenere (specialmente la marmotta) *_*

    xxxED. (Torinesi anche noi!)

    http://plasticed.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutti per la cortesia e i complimenti...al prossimo Post.. appena mi libero dagli impegni!!
    ;)
    Baci

    RispondiElimina

Scopri il nuovo sito di Giuseppina Sansone, fashionandthecity.it