Fashion Consultant & Personal Shopper

I'M NOT A FASHION BLOGGER, I'M A BLOGGER FASHION

lunedì 26 novembre 2012

A SPECIAL GIVE AWAY FOR YOU...Racconta il tuo piccolo rito quotidiano!





C'è sempre una prima volta nella vita e in questo caso mi riferisco al primo Give Away (una specie) indetto da me per il mio Blog...Fashion And The City.
Sono la sola ed unica responsabile di tutto ciò!
Ho avuto l'idea durante una squisita colazione domenicale a base di pancake, gustata in compagnia della mia copia settimanale di Donna di Repubblica, un rito per me irrinunciabile.. direi.
E proprio mentre godevo del mio piccolo ed irrinunciabile rito domenicale, ho cominciato a pensare a tutti i riti di cui ogni giorno tante persone, anche un po' inconsapevolmente, si deliziano.
Mi son detta: chissà quanti strani e curiosi riti esistono al mondo? Mi piacerebbe tanto scoprirne qualcuno di davvero speciale!
E così quasi per gioco, ho pensato che avrei potuto, con leggerezza, indagare nei vostri  riti quotidiani, per scovarne uno davvero speciale!
Sono una tipa curiosa.. lo ammetto, adoro le piccole sfumature della vita, le considero fonte di ricchezza e di genialità!
Raccontatemi il vostro rito quotidiano, fatelo inserendo un commento a questo post e parteciperete al Give Away.
Colei o colui che racconterà il rito più speciale, simpatico e curioso, riceverà in regalo, come ringraziamento per aver assecondato la mia curiosità, una moleskine Style Journal.
Essendo la sola ed unica responsabile di tutto ciò, sarò anche l'unico giudice di questo concorso.
Quindi non dovrete fare altro che affidarvi al mio personalissimo giudizio in cerca di ricchezza e di genialità!
Alla vincitrice/re se risiede a Torino, il premio verrà consegnato direttamente da me, davanti ad una fumante e profumata tazza di tè.
Diversamente, se la fortunata/to risiede altrove, in Italia, riceverà il suo regalo a mezzo corriere, direttamente al suo indirizzo di casa.
Avete tempo fino a lunedì 10 dicembre compreso, per lasciare il vostro commento e così facendo partecipare a questo Give Away.
Basterà  che raccontiate un solo piccolo rito, quello più speciale.
Sono proprio curiosa di leggervi, perciò do subito il via ufficiale al Give Away di Fashion And The City: Racconta il tuo piccolo rito quotidiano.
Grazie a tutti e a presto!
;)


NB: attenzione per partecipare al Give Away è indispensabile essere iscritti al Blog (Unisciti a questo Blog) ed inoltre aver anche cliccato Mi piace sulla pagina Facebook di Fashionista (la trovate in alto a sinistra).     





       

42 commenti:

  1. Bellissima iniziativa ... anche perché scoprire i rituali di altre persone ci fa scoprire nuovi mondi! Io, amante dello stile britannico, puntualmente tutti i giorni alle ore 17 mi faccio un tè ... ora fino qui niente di particolare ... ma ho imparato a isolarmi dal mondo facendomi anche i classici tramezzini con il cetriolo che vengono risaltati dal tè affumicato che ormai da mesi non mi lascia mai. Una tazza fumante, due tramezzini al cetriolo e chiudo il mio rito leggendo un racconto di Agatha Christie o viaggiano nel mondo di Sherlock Holmes ... in vero stile britannico!

    RispondiElimina
  2. Ciao Dino ;)
    Che dire..grazie per il tuo contributo alla causa della scoperta dei piccoli riti quotidiani.
    Ti annuncio che al momento sei l'indiscusso vincitore.. ahahah!
    Cmq.. il tuo rito è proprio originale..i tramezzini al cetriolo poi..sono eccezionali!!
    A proposito..a questo punto dicci subito dove hai scovato questo tè affumicato particolare..già che ci sei!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :) il tè affumicato si chiama Imperial Or comprato da Tastinglife in via Monte di pietà 16e Torino

      Elimina
    2. Ma grazie Dino per il contributo!!
      :)

      Elimina
  3. il mio rito è uno solo:una fumante tisana, la mia poltrona, i notturni di chopen, the wall dei Pink Floyd, o qualsiasi altro vinile o cd che ho in casa scelto a seconda dell'umore e della giornata, e il mio quadernino.a fine giornata,ho scoperto da poco la necessità di stare sola con me stessa, riflettere sul mio carattere, sui miei comportamenti, sul mio modo di reagire dinanzi alle occasioni,alle difficoltà, ai problemi che la vita mi presenta.dopo una lunga riflessione scrivo una frase, uno stato d'animo, un sentimento,una sensazione, una caratteristica che ho notato appartenermi durante quella giornata,non è un vero è proprio diario,è piuttosto un modo di riportare brevi rifelssioni o pensieri. in questo modo pian piano sto imparando a conoscermi,ho scoperto lati del mio carattere che non sapevo di avere e sto migliorando difetti che ho scoperto non solo non piacere agli altri ma che,soprattutto non piacevano a me stessa.è un modo tutto mio per diventare una persona migliore, non perfetta perchè nessuno lo è, ma più attenta ai bisogni degli altri e più rispettosa nei confronti di me stessa.

    mi piace molto questa idea di descrivere i propri riti.è un bel modo per conoscere le piccole manie che ognuno di noi possiede e la prossima volta che passerà da Matera perchè non fare un piccolo incontro con le ragazze\i che seguono il suo blog,sarebbe un'opportunità per parlare e condividere le passioni che ci accomunano.
    grazie per la possibilità.buona giornata!
    nica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vera, grazie per il tuo contributo alla causa!
      Non ci posso credere..sei di Matera!! :)
      Non so quando ripasserò da quelle parti ma spero molto presto e sarei davvero felice di incontrarti, con le tue amiche/ci.
      Ti faccio i complimenti per il tuo rito.. molto introspettivo, direi!
      Ascolti la musica direttamente dai dischi in vinile, mostri di essere una persona che desidera il meglio per se stessa!
      Molto bene...
      ;)

      Elimina
  4. il mio rito quotidiano è prendere in braccio i miei bimbi..due gemellini di 2 mesi, seduta in poltrona e chiaccherare con loro (ovviamente si tratta di un monologo!!!) e raccontare episodi della vita di mamma e papà, viaggi passati fatti come coppia e viaggi futuri che faremo come famiglia, outfit che indosseremo (questo è rivolto alla femminuccia in particolare!) e aspettare che si addormentino col sorrisino beato in viso..
    ogni tardo pomeriggio è così ormai e non smetterei mai di farlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico Rosamaria..questo rito è troppo carino!
      Sono certa che i due gemellini cresceranno sereni e la piccolina, se continui così, sarà una vera Fashionista ;)
      Grazie per il tuo contributo...
      ;)

      Elimina
  5. Cara Pina,
    io ho alcuni riti quotidiani irrinunciabili che penso siano abbastanza comuni , non riesco ad uscire di casa senza aver fatto colazione ed essermi truccata….(week end inclusi!) Ho un altro rito serale però, prima di andare a dormire devo assolutamente informarmi sulle previsioni del tempo del giorno dopo! Devo sapere se ci sarà il sole, il vento, la pioggia o la neve per scegliere che scarpe indosserò e di conseguenza elaborare tutto il look! Se l’estate scorsa mi è capitato di trovarmi sotto la pioggia con i sandali è stata solo una mia libera scelta!
    A presto!
    Un abbraccio
    Alexandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alexandra!
      Condivido tutti i tuoi riti..completamente, fanno parte della necessità di mantenere un certo controllo sulla nostra vita.
      Il rito delle previsioni del tempo poi...è strategico!!
      Grazie per il tuo contributo..
      ;)

      Elimina
  6. Ciao! Ma che bella idea!!!
    Il mio rito quotidiano è fare il Saluto al Sole al mattino, una pratica dello Hatha Yoga che consiste in due fasi di 12 posizioni ciascuna.
    Questo esercizio fisico scioglie, allunga e rende flessibili il rachide e tutta la muscolatura e per me da un imput energetico al corpo immediatamente percepibile.
    E cosi sono in super forma fisica e mentale e pronta per iniziare la giornata!! Beh poi ha un sacco di altri benefici!
    E qualche volta lo faccio anche alla sera prima di dormire...conciglia il sonno!
    Ciao! un saluto e buona giornata!
    Nadia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia, grazie per aver dato il tuo contributo, raccontando il tuo rito...ti invidio davvero tanto!!
      Ci vuole disciplina nella vita, tutti dovremmo fare come te e dedicarci ogni giorno a mente e corpo...
      ;)

      Elimina
  7. Ciao! anche per il give away hai trovato un modo davvero interessante per distinguerti, complimenti! Il mio rito per risollevare una giornata storta o di umore nero è quello di mettermi a cucinare con nello stereo la musica a tutto volume di un vecchio (e tra i miei preferiti) cd comprato anni fa in uno delle mie sortite newyorkesi "The futurist" di Robert Downey Jr. Sarà che mi ricorda la magia della città che amo più al mondo,ma sa sempre farmi ritornare il sorriso e...in più ci guadagnano marito e amici che si ritrovano sempre qualche nuovo manicaretto! :-) A presto Federica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federica,ti ringrazio come al solito per essere passata a trovarmi e aver condiviso il tuo bellissimo e rilassante rito!
      La musica è una delle cose più evocative che ci sia, cattura l'anima ed il cuore!
      ;)

      Elimina
  8. Pina, come al solito hai sempre delle bellissime idee!

    Dunque, qui da Orfane30 ci siamo un po' chieste quali siano effettivamente i nostri piccoli riti quotidiani...e ci siamo rese conto che QUOTIDIANAMENTE succede questo in negozio:

    Carla: Lotta continua contro il disordine crescente sulla propria scrivania

    Stella: Lotta continua contro il disordine crescente sulla propria scrivania

    Lara: Lotta continua contro il disordine crescente sulla scrivania di Carla e Stella

    Ma in fondo siamo delle creative no? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Care amiche Orfane grazie mille per essere passate da queste parti e aver lasciato la vostra inconfondibile traccia creativa :)
      Credo di conoscere i vostri riti quotidiani, ne so qualcosa..ahahah!
      Avete vinto una delle mie crostate di mele della riflessione...quelle che faccio quando ho bisogno di mettere ordine nelle idee.
      ;)

      Elimina
    2. questo rito lo trovo davvero....come definirlo?
      comunque mi ha stanpato un bel sorriso sulla faccia!

      Elimina
  9. ah, e Carla è fissata con Meteo.it
    Quando non lotta con la scrivania, controlla le previsioni del tempo

    RispondiElimina
  10. il mio rito:
    post-cena, dopo aver giocato un po' con la mia cagnetta sul divano, prendo del buon tabacco e lo avvolgo in una cartina con tanta cura, a parte, mi preparo un piccolo bicchierino di passito, esco sul balcone e mi metto le cuffiette del mio ipod. A questo punto accendo la sigaretta ed ascolto le registrazioni in sala prove della settimana passata prima del prossimo concerto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jymmy, lieta di ricevere tue news!
      Grazie per aver condiviso il tuo rito, sei un vero vizioso direi, hai un momento tutto tutto per te!
      ;)

      Elimina
  11. Ciao Pina!
    finalmente qualcuno a cui raccontare senza vergognarmi il mio rito, o meglio, vizio quotidiano da ormai 11, e contare che ne ho solo 22, anni!! Quando sono le 12,54 mi apposto davanti al televisore, in trepidante attesa di sentire quelle 3 note iniziali che danno il via al mio sempre uguale balletto e sempre uguale cantilena che accompagna tutta la sigla tv.
    Forse avrai già capito di che sigla sto parlando. O meglio, che personaggio attira così tanto la mia attenzione da incollarmi davanti al televisore per tutti questi anni (e non sai quanti pranzi bruciati sul fuoco perchè ero appiccicata lì davanti invece di prestare attenzione ai fornelli!)
    E' lei, ebbene si. E' Jessica Fletcher che mi ha rubato il cuore, e l'attenzione. Sarà la sigla troppo azzeccata, sarà il suo stile cabotconiano, sarà la sua bicicletta. Ma ormai è come prendere un thè con un'amica o portare a spasso il cane. Sono obbligata. E' più forte di me!!

    Bellissima iniziativa! Se vinco, meglio! Ma è stato bellissimo togliersi questo segreto da dosso...spero che Jessica segua il tuo post e mi inviti anche lei per un thè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara Grellicious!!
      Sono davvero senza parole.. ma danno ancora la Fletcher in tv all'ora di pranzo?
      Sono passati molti anni, hai tempi dell'università, quando anche io facevo come te.. pazzesco!!!
      Ricordo che i miei amici studenti conviventi, mi prendevano in giro, sostenevano che la Fletcher portasse sfiga!!
      Grazie cara per aver condiviso il tuo rito, ho fatto un salto indietro nel tempo!
      ;)

      Elimina
  12. Ciao Pina,

    il rito, che ormai è parte integrante di me, è quello di non uscire di casa senza aver prima “indossato” (Marilyn Monroe docet) il mio profumo. E’ un gesto che nasce dai tempi dell’asilo…
    Mia mamma, prima di uscire di casa, non mi faceva mai mancare quella nuvola profumata, che mi avrebbe accompagnata per tutto il giorno. Inoltre, la mia vicina di casa, che all’epoca lavorava all’Oreal, si sbizzarriva con la sottoscritta, facendomi scoprire nuove fraganze (aveva 2 figli maschi!). Ho sempre considerato il profumo un elemento fondamentale, perché ha “la forza del ricordo”: riporta alla mente persone e ricordi tenuti nel cassetto della memoria.

    Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena!
      Marilyn ci andava a letto con 5 gocce del suo profumo preferito, tu ci esci e vivi la tua vita.
      Bella l'immagine di te che da bambina vai alla scoperta di nuove fragranze.
      Grazie per aver condiviso con noi il tuo rito.
      ;)

      Elimina
  13. ciao, che carino questo giveaway!
    io ho un rito particolare dedicato ai momenti in cui sono triste: mi metto la tuta, spengo la luce e per due ore mi guardo e mi riguardo il delizioso film "zia mame", tratto dall'omonimo esilarante libro. non lo so, dopo due ore con mame mi sembra che la vita sia un po' più leggera. e scintillante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Audrey eccomi!!
      Bellissimo il tuo rito, io adoro quella donna, vorrei essere come lei e ti comprendo molto bene.
      Il mondo di Zia Mame è stupendo ;)
      Grazie di aver raccontato il tuo rito!

      Elimina
  14. Riprovo a inserire il cmmento. Il mio rito è legato ai momenti down, alle giornate un po' cosi. Prima di fare la doccia faccio una maschera con un cucchiaino di miele e due di zucchero. Il miele si toglie subito a contatto con l'acqua (dunque niente grumetti intorno al cuoio capelluto) e pelle liiiiisccciiisssima e profumata. Su viso e collo fa miracoli.
    Un caro saluto
    Lori B.

    RispondiElimina
  15. Ciao Loredana!
    Sono contenta che alla fine sei riuscita anche tu a raccontare il tuo rito.
    Non ho mai provato a fare una maschera di bellezza fai da te..
    Può essere che questa volta, dato il tuo entusiasmo, mi decida a provarci!
    Grazie per il rito ;)

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  17. Ecco due riti che condivido con le amiche d’infanzia. Il primo è natalizio: quando torniamo a casa per Natale dalle varie città dove viviamo, ci si ritrova per una cioccolata serale “festiva”, bene o male sempre nella stessa caffetteria e giù con chiacchiere a valanghe.

    Il secondo sempre con le suddette amiche si ripete ad ogni concerto del ns cantante preferito che non nomino per pudore (va avanti da un bel po’ di anni, era il nostro idolo da teenager!). Praticamente si va avanti almeno una settimana prima ad ascoltare tutto il repertorio per entrare nel mood giusto, ci si agghinda con gadget di vario tipo (t-shirt personalizzate, bandane, etc.) e dopo il concerto, visto rigorosamente sotto il palco, si commenta scaletta, abiti, performance, dediche… Anche via email se non ci si può organizzare insieme! E ormai abbiamo + di 30 anni a testa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Francy!
      Che dire.. troppo divertente questo tuo rito in condivisione ;)
      Non bisogna mai diventare troppo adulti, si perde la magia!
      Grazie!

      Elimina
  18. mariateresa ferrara5 dicembre 2012 19:56

    ...il mio rito quotidiano.....ogni mattina in auto da casa a lavoro....comincio a ringraziare a raffica per tutto e tutti....e spesso, mentre massaggio se la mia cliente stà in silenzio durante il trattamento,un altra ora di "ringraziate"così mi concentro su ciò che ho e non su ciò che non ho!!!Ore e ore di ringraziamenti ed ecco la felicità.....sono sfinitamente felice!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bè Mary.. che dire, il tuo rito è piuttosto spirituale.
      Grazie di averlo condiviso!
      ;)

      Elimina
  19. Il mio rito quotidiano in questo spazio di vita in cui i miei figli impegnano tante delle mie energie e occupano la quasi totalità dei pensieri è questo: ogni sera quando loro sono nel letto facciamo un giochetto che è un modo per chiacchierare ancora un po' prima delle buonanotte. Chiedo loro di pensare alla giornata che hanno appena trascorso e di dirmi la cosa più bella che è capitata e la più brutta. Ovviamente gioco anche io! è un modo simpatico per raccontare loro cosa fa la mamma mentre sono a scuola. Crescendo aggiungeremo altre domande: chi ti vuole bene? per cosa sei orgoglioso oggi? e chissà cosa ancora...Ora ascolto le loro piccole grandi avventure quotidiane, litigi e battibecchi e sono la mamma più felice del mondo. L'altra sera - sabato - li ho messi a nanna dopo essere stata due giorni a Milano per un corso. Mia figlia, 6 anni, mi ha detto che la cosa più bella di quel giorno lì (in cui ha fatto un sacco di cose belle con il papà) è stato il mio ritorno a casa. Ho pianto dalla gioia :)
    E questo coi figli. Da sola, rito non quotidiano e da inserire nella categoria 'shopping' (e ti pareva...): compro un paio di orecchini ogni volta che visito una città oppure succede qsa di bello, ma anche di brutto. Così ogni paio di orecchini che indosso - o quasi - è legato ad una storia.
    Ultimo, rito settimanale di quando i figli non c'erano ed eravamo soprattutto una giovane coppia innamorata e affiatata: ogni sabato dopo la sveglia lenta e sonnecchiosa del week end si faceva la colazione lunga, ritorno a letto, letture e altre possibili attività, poi una bella passeggiata al mercato dei produttori di porta palazzo in bici. Si tornava a casa e ci si trovava a pranzare alle 3 con una ricca insalatina mista e la burrata fresca.
    C'è tutto nei miei riti: figli, shopping e cibooooo.

    baci Pina!
    Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucia!
      Ma quanti bei riti! :)
      Uno per ogni momento della vita.. e poi sono davvero tutti speciali.
      Questo give away è una prova sempre più ardua per me!!
      Grazie cara di aver condiviso!!
      ;)

      Elimina
  20. Il mio rito quotidiano... Mi sveglio alle 7 quando sento della campana di fronte a casa: i rintocchi anticipano di qualche minuto la sveglia, puntata alle 7:08 in modo da spegnerla prima che suoni. Ho sonno, il letto è caldo, il mio compagno è lì accanto a me...Ci vuole proprio una buona motivazione per alzarmi. Allora mi concentro e penso: oggi sono ferlice perché....? E mi viene in mente che Ricky è accanto a me e fa parte della mia vita, allora mi giro e lo abbraccio. O penso alla colazione con yogurt, frutta, cereali e caffè, che mi godrò davanti a un bel libro. Con calma, perché la giornata va inziata pian piano. O penso al lavoro avrò occasione di incontrare persone che apprezzo o di fare qualcosa che mi piace o che mi ermetterà di imparare qualcosa di nuovo. O semplicemente che fra poco sarà Natale e che lo passerò con le persone che amo.
    Il pensiero positivo è il mio rito quotidiano: mi ha aiutata molto nei momenti di sofferenza e mi fa piacere "regalarlo" a te e ai lettori del tuo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra!
      Ha proprio ragione Lucia..credo che tu non sarai mai una donna depressa. :)
      Hai reso l'idea alla perfezione.. mi sembra quasi di sentire il tuo pensiero positivo.
      Ti ringrazio molto per averlo condiviso!
      ;)

      Elimina
  21. carissima Alessandra: non sarai mai una donna depressa!! mi piace il tuo rito! Lucia

    RispondiElimina
  22. Ciao Pina il mio rito settimanale per rilassarmi, sorridere ed essere aggiornata sulle ultime tendenze è leggere il tuo blog.Ormai è diventato un appuntamento fisso, pensa che il penultimo post ha fatto uscire la sarta che in me... anche se nn so se troverò il tempo e la forza per fare il corso!
    Un abbraccio!
    Luciana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cara Lucy!!
      Mamma mia che bel rito gigione, come direbbe la Ventura.. ahahah ;)
      Scherzo.. sono sicura che è vero...sei sempre super aggiornata e spesso mi sgridi perché non aggiorno il blog per tempo!
      Grazie carissima per il tuo contributo!!
      :)

      Elimina

Scopri il nuovo sito di Giuseppina Sansone, fashionandthecity.it